Lo studio dei fenomeni di interfaccia fra il calcestruzzo fresco e quello indurito ha messo in evidenza come il calcestruzzo fresco non faccia presa sul calcestruzzo indurito ma, più semplicemente e meno efficacemente, il calcestruzzo fresco si appoggia, adagiandosi, su quello indurito determinando comunque una discontinuità ermetica in corrispondenza delle sezioni di ripresa.

Preso coscienza di quanto accennato e partendo dal presupposto che «prevenire è meglio che curare», Azichem propone un’ampia e completa scelta disponibile di prodotti e tecnologie da utilizzare per prevenire, in modo facile e definitivo, le più svariate tipologie di infiltrazione nelle opere edili, riguardanti: tutti i locali interrati in genere, centrali idroelettriche, impianti di depurazione, parcheggi multi-piano, opere idrauliche strutturali, dighe e canali, condotte forzate, pali, diaframmi e paratie, vasche e cisterne, impianti di biogas, giardini pensili, piscine, acquedotti, gallerie, terrazze e balconi, ponti e viadotti stradali e ferroviari.

I provvedimenti che è possibile adottare nelle nuove costruzioni, per prevenire il problema delle infiltrazioni, prevedono il ricorso a presidi bentonitici (teli e waterstop in bentonite sodica idroreattiva, sia per acque alcaline o salmastre e/o di percolato, coadiuvati da retine e mastici ferma giunto) o presidi polimerici (waterstop e cartucce in gomma idroespansiva ), profilati impermeabili in PVC, di varia natura e dimensione, guarnizioni e tappi in gomma idroespansiva per distanziatori di cassero sia a lama che tubolari in PVC, bandelle butiliche adesive o nastri in gomma elastica retinata, sigillanti poliuretanici igro indurenti e sigillanti e paste idroespansive.